Ovviamente in un laboratorio di gioco-shiatsu gli obbiettivi a cui tendere coi bambini non sono quelli di insegnare loro gli aspetti tecnici della pratica, bensì di educare attraverso proprio questa attenzione durante il contatto con i compagni, alla concentrazione, all’ascolto delle proprie sensazioni, a scoprirle attraverso il contatto dell’altro, a riconoscerle legate alle proprie emozioni e magari, proprio grazie a questo legame col corpo , poter acquisire nuovi strumenti per gestirle……in poche parole a gettare un semino prezioso di educazione alla consapevolezza!

(Leggi l’articolo completo sul sito www.shiatsuirte.it)