You are currently browsing the tag archive for the ‘ricette’ tag.

SLOW-FOOD: MASTICA che TI PASSA!

Tanti anni fa, ad un seminario teorico di alimentazione macrobiotica a cui ho partecipato come allievo, ho incontrato uno dei più importanti insegnanti, a livello mondiale, di questa filosofia di vita e di stile alimentare, Lino Stancich.
Tra tutti gli argomenti trattati in quel seminario ricordo ancora oggi un argomento che mi stupì più degli altri.
Lino, di origini jugoslave, raccontò che nella seconda guerra mondiale suo padre era stato chiuso in un campo di concentramento dai tedeschi, in cui era costretto a pesantissimi lavori forzati quotidiani che riducevano sempre più la forza dei prigionieri; inoltre il cibo che veniva fornito era solo una brodaglia con del pane secco, alimenti non in grado di compensare il notevole dispendio energetico dei lavori forzati. Leggi il seguito di questo post »

In questi giorni, anche se le temperature elevate ci fanno pensare ancora all’estate, l’autunno è ormai alle porte e con esso la natura cambia nuovamente.
La natura è in continuo cambiamento ma in questa stagione (come anche in primavera) si percepisce maggiormente la mutazione: le ore di luce calano rapidamente come pure le temperature, mentre aumentano le precipitazioni.
Una delle sagge comprensioni degli antichi è che la salute è un gioco di equilibri tra l’interno e l’esterno, di adattamento da parte del nostro ambiente interno (il corpo) all’ambiente esterno.
Quando cambia il clima esterno il nostro organismo è spinto a cambiare per adattarsi e stare bene.
Se per esempio fa caldo il corpo tende ad aprirsi, cioè suda per rinfrescarsi; in autunno se fa freddo il corpo invece tende a chiudersi e a tenersi più caldo (i pori della pelle si chiudono e riducono la sudorazione).
Questo processo è naturale ed inevitabile ma con l’alimentazione possiamo opporci ad esso, producendo sofferenza e disagi più forti, oppure allinearci ad esso e sostenerlo. Leggi il seguito di questo post »

Ricetta di un brodo vegetale da usare per cucinare o anche da bere così com’è per stimolare il corpo a sciogliere i grassi ed accelerare il metabolismo.

BRODO DIMAGRANTE

  • 4-6 funghi shitake – messi a bagno e tagliati
  • 10 cm alga kombu
  • 1 carota a rondelle
  • 1 cipolla bionda a mezzaluna
  • 1 gambo di sedano a tocchetti
  • 3 litri di acqua

Far bollire il tutto per 30 minuti, filtrare e tenere in frigo utilizzandolo entro 3- 4 giorni per cuocere cereali, stufare verdure, preparare zuppe, creme, vellutate o da consumare così com’è come antipasto insaporito con shoyu e poco prezzemolo tritato o qualche goccia di succo di zenzero fresco.


DIMAGRIRE in modo SANO!

Leggi il seguito di questo post »

La PRESSIONE BASSA affrontiamola a tavola!

Con l’arrivo della stagione estiva e del gran caldo il problema della pressione bassa tende ad aumentare di intensità. Con il caldo infatti i vasi sanguigni tendono a dilatarsi (vasodilatazione) riducendo la pressione sanguigna, inoltre il sangue tende più facilmente a disidratarsi, come l’intero organismo, se non si assumono abbastanza liquidi quotidianamente.
Leggi il seguito di questo post »

150 g. quinoa
50 g. amaranto
1-2 cipollotti tritati fine
4 funghi shitake secchi (ammollati e tritati)
100 g. Piselli freschi sgranati
100 g. puntarelle tritate fini
q.b. Brodo vegetale in polvere
400 ml. Circa di acqua
q.b. sale marino integrale fino
2-3 C. olio extrav. Oliva
q.b. prezzemolo o erba cipollina tritata.

In una pentola dal fondo spesso saltare in olio e poca acqua caldi la parte bianca del cipollotto con un pizzico di sale, quindi aggiungere i funghi, i piselli sempre con un pizzico di sale e saltando per qualche minuto. Aggiungere la quinoa e l’amaranto lavati molto bene e scolati, mescolare per 1-2 minuti quindi versare l’acqua ed il bordo, coprire, portare a bollore e far sobbollire a fiamma bassa per circa 15 minuti. Aggiungere le puntarelle, aggiustare di sapore con poco sale, aggiungere il verde del cipollotto, cuocere ancora 5 minuti quindi servire con prezzemolo tritato o erba cipollina.


IL CIBO DEL CUORE

Leggi il seguito di questo post »

Ingredienti

¼ di T. di riso integrale tondo
¼ di T. di riso “dolce” (qualità speciale) integrale
1/5 di T. di un altro cereale (orzo, farro, miglio, avena in particolare)
1/5 di T. di legumi (per iniziare azuki o lenticchie rosse, più tardi gli altri tipi)
1 cucchiaio di semi di sesamo (anche sesamo nero)
1 pezzo di alga kombu grande come un francobollo

T.= tazza da 250 ml ; C. =cucchiaio da minestra; c.= cucchiaino da tè; q.b. = a piacere; pz. = pizzico

Preparazione

Mettere questi ingredienti, che dovrebbero occupare circa una tazza in tutto, a bagno in 6- 8 tazze d’acqua. La quantità esatta dipenderà dalle preferenze dal bimbo. Tipicamente si inizia con una pappa più liquida, che assomiglia maggiormente alla consistenza del latte materno.
Dopo 6-8 ore d’ammollo cuocere a pressione per 90 minuti senza sale. Si può anche usare una pentola normale, preferibilmente una pesante con un coperchio ermetico.
Finita la cottura, passare il tutto nel passa verdure, filtrando una parte delle fibre. Il risultato è un tipo di latte che può servire come base della dieta insieme al latte materno. Questo latte va conservato in frigo e va servito tiepido con un po’ di malto di riso o d’orzo, poiché deve essere molto simile a latte materno, quindi dolce.


Lo SVEZZAMENTO NATURALE: come crescere i propri figli in modo naturale

Leggi il seguito di questo post »

250 g. di riso integrale

Lavare il riso e metterlo in pentola dal fondo spesso con un volume doppio di acqua rispetto al riso; aggiungere un pizzico di sale, coprire, portare a bollore e cuocere lentamente per 45 minuti, finchè l’acqua sarà evaporata ed il riso cotto.

Pesto
60 g. Mandorle bianche tritate finissime
1/2 mazzetto di prezzemolo o erba cipollina
100 g. di tofu al naturale (o fagioli cannellini cotti)
300 g. di broccoli tagliati a piccoli fiori
1 spicchio di aglio (facoltativo)
q.b. sale marino integrale fino o miso di riso
q.b. olio extrav. di oliva
q.b. acqua

In abbondante acqua bollente e leggermente salata scottare i broccoli velocemente mantenendoli al dente, ben verdi. Scottare poi il tofu tagliato a fette spesse per circa 3-4 minuti. In un mixer tritare le mandorle, aggiungere il prezzemolo, quindi tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere una crema morbida e saporita (aggiungere poca acqua per ottenere la consistenza desiderata)
Condire il riso con il pesto e servire cospargendo con farina di mandorle pelate.


Integrale o integralismo?

Leggi il seguito di questo post »

Il mio libro di YI JING (I Ching)

INFO

333.26.90.739 valter.vico@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti ad altri 2.960 follower

Album fotografico

PARTECIPA AL SONDAGGIO “LO SHIATSU E’…”

Aggiornamenti Twitter

RSS ViVa I Ching, Numerologia Orientale e Feng Shui

  • L’ordine dei 64 Esagrammi dell’I Ching: Serie e Segni Misti
    Cosa sappiamo della struttura interna e dell’ordine degli Esagrammi dello I Ching? Due parti del testo del Libro dei Mutamenti trattano degli Esagrammi nella sequenza in cui li abbiamo ricevuti: la Serie e i Segni Misti. La Serie (Xu Gua – IX Ala) La Serie o “Esagrammi Ordinati” o “Ordine dei Diagrammi” descrive in modo […]
  • #IChing #Esagramma 18, L’Emendamento delle Cose Guaste, immagine
    I Ching, Esagramma ䷑ 18 L’Emendamento delle Cose Guaste 蠱 Gu Leggi l’articolo “Riparare i guasti”. [Tratto da “YI JING (I Ching), Guida alla consultazione diretta e spontanea del Libro dei Mutamenti” di Valter Vico]
  • Noi e il Libro dei Mutamenti #Jung #IChing #Esagramma 50 Il Crogiolo, 35 Il Progresso e 28 La Preponderanza del Grande
    Nel 1949 Carl Gustav Jung scrisse la prefazione dell’edizione inglese dell’I Ching di Richard Wilhelm (il testo integrale è riportato in: I Ching, ed. Adelphi, pag. 15-33). In quell’occasione Jung consultò l’I Ching stesso per avere il suo parere in merito alla bontà di quella operazione editoriale ed ottenne come responso l’esagramma 50, il Crogiolo, […] […]
  • #IChing Corso Avanzato “L’Esagramma di Nascita: Mandato Celeste, opportunità, talenti e destino individuale”
    Grazie alla Numerologia dell’I Ching possiamo ricavare facilmente, in base alla data di nascita, il nostro Esagramma Personale o Esagramma di Nascita che rappresenta il senso profondo della nostra esistenza, ovvero il nostro destino o “Mandato Celeste“, ed i talenti che ci sono stati assegnati per realizzarlo. L’I Ching, il Libro dei Mutamenti, è la […] […]
  • #IChing #Esagramma 15 La Modestia – Richard Wilhelm
    Richard Wilhelm I Ching, il Libro dei Mutamenti Esagramma 15 KKIENN LA MODESTIA sopra Kkunn, il Ricettivo, la Terrasotto Kenn, l’Arresto, il Monte Il segno si compone di Kenn, l’arresto, il monte, e di Kkunn, la terra. Il monte è il figlio minore del creativo, il rappresentante del cielo in terra. Egli elargisce le benedizioni […]
  • Come chiudere le relazioni sbagliate #IChing #Esagramma 43 e 31
    Guercino: Abramo ripudia Agar.Abramo ci insegna come respingere da noi con decisione ogni forma di arroganza.Lo sguardo è severo, ma compassionevole.Il gesto è fermo ed inequivocabile.Malgrado gli affetti, ci sono e ci devono essere dei limiti che non si possono superare per non mettere a repentaglio l’unione. Mario chiede come sia più opportuno comportarsi […]
  • I Ching e poesia: Esagramma 41, la Diminuzione
    […] «Sarebbe meglio, o bhikkhu, che una persona ordinaria e non istruita consideri questo corpo, costituito dei quattro grandi elementi, come il proprio sé piuttosto che la mente. Perché questo? [Perché] questo corpo si può constatare durare per un anno, o per due anni, cinque anni, dieci anni, venti anni, cinquant’anni, cent’anni e ancora di […] […]
  • #IChing #Esagramma 17, Il Seguire, immagine
    I Ching, Esagramma ䷐ 17 Il Seguire 隨 Sui Leggi l’articolo “Dio esiste?”. [Tratto da “YI JING (I Ching), Guida alla consultazione diretta e spontanea del Libro dei Mutamenti” di Valter Vico]
  • #IChing #Esagramma 21 Il Morso che Spezza – Richard Wilhelm
    Richard Wilhelm I Ching, il Libro dei Mutamenti Esagramma 21 SCI HO IL MORSO CHE SPEZZA sopra Li, il Risaltante, il Fuocosotto Cenn, l’ Eccitante, il Tuono Il segno rappresenta una bocca aperta (cfr. N° 27,I), fra i cui denti si trova un ostacolo (al quarto posto). Per conseguenza le labbra non possono riunirsi. Per […]
  • “Conferire durata ai responsi dell’oracolo” #Confucio #IChing #Esagramma 32 La Durata, nove al terzo posto
    Il Maestro (Confucio) disse: La gente del sud ha un proverbio:“Un uomo senza (capacità di) Durare non è adatto a fare l’interprete (dell’oracolo)”. Come è vero! (Inoltre, a proposito dell’affermazione del Libro dei Mutamenti)“Non conferire durata alla virtù ed al potere dell’oracolo provocherà imbarazzo”,il Maestro (Confucio) commentava: Leggere soltanto i r […]

Blog Stats

  • 604.104 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: