You are currently browsing the tag archive for the ‘sanità’ tag.

Info e iscrizioni: Slow Medicine – IV congresso Slow Medicine

“lo shiatsu ha proprietà rilassanti, influisce sulla psiche, riequilibra l’individuo”

Sorgente: Medicina integrata la sfida genovese per riprendersi la vita – Repubblica.it

Video-intervista sull’esperienza con lo Shiatsu di una persona affetta da SLA – sclerosi laterale amiotrofica:

shiatsu_logo-ffstLo Zen Shiatsu privilegia l’ascolto e il rapporto umano, il suo approccio è molto morbido e rispettoso della persona trattata, l’empatia e la fiducia sono concetti che hanno il loro posto e sono un prerequisito per una buona gestione delle persone in difficoltà, e sostengono orientamenti pertinenti in cui l’unitarietà (il rapporto corpo/psiche) dell’essere umano non si scorda mai.

(Leggi l’articolo completo sul sito di Shiatsu News…)
(Leggi anche l’articolo de L’Espresso “Metti lo Shiatsu in ospedale”… )

 

Lo Shiatsu in quanto pratica del dialogo non verbale, del contatto con la parte sana dell’individuo, dell’approccio neutro e senza giudizio dell’operatore e del suo intento di “prendersi cura” piuttosto che di “curare”, è una tecnica che si inserisce molto bene nelle attività delle Cure palliative. Perché là dove nulla o poco si può contro il dolore fisico, è fondamentale agire sugli altri aspetti del dolore per contribuire al miglioramento del benessere psicofisico. Si può così scoprire e meravigliarsi di come uno stato di benessere possa non coincidere con l’assenza di dolore.

Leggi l’articolo completo sul sito di Daniela Piola (link: http://www.flowshiatsu.com/alzheimer ) Leggi il seguito di questo post »

Il settimanale L’Espresso, in un’inchiesta sullo Shiatsu negli ospedali, mi ha intervistato, assieme ad altri colleghi, per la mia esperienza di utilizzo dello Shiatsu in ambito sociale e sanitario con i neonati prematuri, gli anziani con malattie degenerative, gli autistici ed i disabili psichici.
Leggi l’articolo de “L’Espresso” in formato pdf >>>

Espresso 2014 09 - Intervista Valter Vico 1

Shiatsu per pazienti oncologici

Evento ECM (21 crediti)

“L’ECO DELLA VITA”: IL CONTATTO NELLA RELAZIONE DI CURA

dal 27 marzo 2014

3 giornate (21 ore): giovedì 27 marzo, 3 e 10 aprile 2014, dalle 8:30 alle 16

con Valter Vico

con-tattoIl contatto fisico con il paziente ha ruolo essenziale nella relazione di cura (fino all’80% dell’attività lavorativa di un infermiere), ma in ambiente intensivo e sotto stress può divenire, a volte, frettoloso, poco attento e quindi fonte di stimoli negativi.

Leggi il seguito di questo post »

NURSING IN NEUROLOGIAÈ appena stato pubblicato “NURSING IN NEUROLOGIA: CRITICITÀ E COMPLESSITÀ ASSISTENZIALI”, testo per infermieri con un intervento di Valter Vico su “Shiatsu e Infermieri”.

Sfoglia il libro on line >>

Scarica il volantino del libro >>

Vai al programma dei corsi di Shiatsu per Infermieri >>

Evento ECM (21 crediti)

“L’ECO DELLA VITA”: IL CONTATTO NELLA RELAZIONE DI CURA

dal 11 aprile 2013

3 giornate (21 ore): giovedì 11, 18 aprile e 9 maggio, dalle 8:30 alle 16

con Valter Vico

con-tattoIl contatto fisico con il paziente ha ruolo essenziale nella relazione di cura (fino all’80% dell’attività lavorativa di un infermiere), ma in ambiente intensivo e sotto stress può divenire, a volte, frettoloso, poco attento e quindi fonte di stimoli negativi.

L’umanizzazione delle cure ed il benessere organizzativo non possono prescindere dalla valorizzazione del con-tatto come strumento vitale di comunicazione empatica non verbale con il paziente e più in generale con il proprio ambiente di lavoro.

In questo per-corso di consapevolezza, la riscoperta del con-tatto nasce innanzitutto da una maggiore attenzione al proprio stato di benessere personale che consente un miglior con-tatto con l’altro (paziente, ma anche collega). L’approccio, i metodi e le tecniche utilizzati sono quelli tradizionali e consolidati delle Discipline Orientali e dello Shiatsu che si basano sulla visione unitaria dell’essere umano e considerano la persona in tutte le sue espressioni a livello fisico, emotivo e spirituale.

La gestualità dello Shiatsu ed il suo approccio alla persona sono estremamente specifici e comprendono: essenzialità dell’azione, consapevolezza e percezione al tatto, presenza dal punto di vista psico-fisico, “ascolto” del proprio corpo e di quello della persona, comunicazione empatica non verbale, postura corretta e rilassata, movimento fluido ed armonico di tutto il corpo, attitudine rilassata.

Queste modalità di lavoro possono consentire di migliorare significativamente la relazione con il paziente e potenziare la qualità e l’efficacia dei protocolli terapeutici utilizzati, oltre a rendere più stimolante, creativo ed interessante il lavoro quotidiano di tutti coloro che operano a stretto contatto fisico con il paziente.

Dal punto di vista più strettamente tecnico e culturale lo Shiatsu e le Discipline Orientali possono inoltre offrire al professionista del settore sanitario metodi e tecniche di lavoro che possono integrarsi utilmente nel suo bagaglio di conoscenze e di strumenti operativi attraverso: la visione energetica e olistica dell’essere umano, tecniche “dolci” per rilassare la persona, utilizzo a livello personale di tecniche contro lo stress e per migliorare il rapporto con se stessi.

AF&S - Logo

Sede: AF&S – Associazione Formazione e Salute – Via Thonon 2, TORINO (zona MOLINETTE – metrò Spezia)

Info ed iscrizioni: AF&S  formazionesalute@libero.it   335.7697710 – 011.66.46.423

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/612778645405980/

Leggi anche:

“OGGI HO FATTO LO SHIATZU

1° incontro

Il primo trattamento è andato bene: Alberto prima mi ha allontanato a calci, poi mi ha graffiato, infine si è fatto mettere le calze. Insomma: abbiamo “fatto amicizia”.

Oggi è il mio primo giorno al centro diurno per disabili psichici.

Dipinto di Lina

Dipinto di Lina, utente del Centro Diurno Colombetto di Moncalieri (TO)

Veramente ero già venuto in visita la settimana precedente con Marco, il fisioterapista, per prendere gli ultimi accordi prima di iniziare la sperimentazione. La prima impressione arrivando era stata quella di una specie di scuola materna. Ancora prima di entrare ero circondato da persone che mi assalivano di domande: “Come ti chiami?”, “Vieni ancora?”, “Quando torni?”, “Cosa fai?”, “Hai dei bambini? Come si Chiamano?”. E molti mi toccavano, mi abbracciavano. Sono affettuosi. C’è vitalità ed una certa aria buffa e strampalata che fa allegria.

Eravamo rimasti d’accordo di cominciare con i casi “più semplici”, ma non è certo il caso di Alberto.

L’educatrice, Emanuela, mi presenta Alberto. Lui è un ragazzo autistico psicotico, ma ognuno ha i suoi guai: io, ad esempio, sono ipermetrope ambliope per cui non dovrebbero esserci particolari problemi.

Andiamo nella “stanza della musica” dove Alberto ha il suo angolo preferito, il suo nido, dove lui si accuccia in posizione fetale su un materassino. L’educatrice lo rassicura. Io mi siedo a terra vicino a lui con le gambe incrociate, ma lui mi allontana con dei calci. Dopo un po’ capiamo che non vuole che io incroci le gambe e così mi adeguo. Mi avvicino un po’, ci provo alcune volte, ma lui mi respinge sempre con un piede.

Propongo all’educatrice di mettere un po’ di musica visto che mi dice che gli piace. Lei prende uno jambe ed inizia a suonare con un ritmo lento ed un po’ ipnotico. Lui è sempre accucciato. Mostra una mano: mi avvicino lentamente e gli tocco il pollice, delicatamente. Sulle prime lascia fare, poi si alza a sedere, mi afferra gli avambracci, stringe forte e pianta le unghie. Non molla la presa, allora a mia volta gli prendo gli avambracci ed inizio a fare pressioni a pinza con pollice e dita contrapposti. Mi fa male, sento le unghie nella carne, ma mantengo la presa ed intanto iniziamo una specie di balletto al ritmo del tamburo che non si è mai fermato: ondeggio lentamente. Lo tiro leggermente verso di me, poi lo allontano un po’ e così via. Nel frattempo aumento e diminuisco in modo alterno le pressioni sui suoi avambracci al ritmo dello jambe. Lentamente diminuisce la presa e sembra seguirmi nella danza.

La situazione è assurda e surreale. Mi viene da ridere, non riesco a trattenermi. Lui sorride, molla la presa e si mette a sedere a gambe incrociate.

Rimaniamo un po’ a guardarci, fermi. Non so bene come comportarmi, ma cerco di essere presente.

Poi si toglie una calza, la sventola, la fa girare facendo dei versi e me la sporge. La prendo, la sventolo, la faccio girare emettendo suoni gutturali e poi gliela restituisco. La scena si ripete alcune volte con qualche variante: faccio finta di annusare la calza con aria disgustata, è una scenetta che è sempre piaciuta molto ai miei bambini. Alla fine decido di tenermi la calza, allora lui toglie l’altra e ripete lo stesso rituale. Non so bene come uscirne. L’educatrice mi dice che probabilmente lui vuole che io gli metta le calze. Sono molto lusingato dalla proposta e provvedo immediatamente.

Ho superato l’esame: abbiamo fatto amicizia.

Vado nel salone a salutare Enrica e Rachele che avevo trattato prima. Due trattamenti Shiatsu “normali”.

Dipinto di Lina

Dipinto di Lina, utente del Centro Diurno Colombetto di Moncalieri (TO)

Enrica con le matite colorate sta completando sul suo quaderno, lentamente, ma con buona grafia in stampatello maiuscolo, una pagina di “OGGI HO FATTO LO SHIATZU”. Magari una di queste volte le faccio presente che si scrive con la “S”, o forse no.

Rachele è seduta tranquilla sul divanetto. Le chiedo come sta. Lei è timida, parla piano, un po’ coprendo la bocca, quasi a schernirsi e dice: “mi piace quando ti appoggi”. Con una sola frase ha colto il senso profondo dello Shiatsu e della relazione di scambio che lo caratterizza. Apparentemente uno dei due attori, l’operatore, ha un ruolo attivo, mentre il ricevente è passivo. In realtà io mi appoggio al ricevente e lui mi sostiene. Quindi è “abile”. I ruoli si invertono e ciò crea fiducia reciproca, la fiducia di essere sostenuti e di poter sostenere. La fiducia nella natura, nel miracolo della pressione che agisce senza che nulla venga apparentemente fatto. Ho notato nella mia esperienza come siano soprattutto le persone più fragili a recepire questo aspetto così primordiale dello Shiatsu, forse perché, finalmente, sperimentano nella pratica la possibilità di sentirsi utili e di sostenere un’altra persona.

Capitano raramente giornate così intense, ma, come sempre ciò che si riceve è molto più di quello che si dà. Leggi il seguito di questo post »

INFO

333.26.90.739 valter.vico@gmail.com

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 2.375 follower

Album fotografico

PARTECIPA AL SONDAGGIO “LO SHIATSU E’…”

Aggiornamenti Twitter

RSS ViVa I Ching, la Numerologia a Torino

  • #IChing Corso Avanzato “La storia e le storie dell’I-Ching”
    Corso avanzato teorico/pratico: “LA STORIA E LE STORIE DELL’I-CHING” Un’occasione per approfondire la conoscenza dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, ripercorrendo le gesta dei suoi personaggi e l’affascinante epopea della sua nascita e scoprendo come esse possano illuminare il significato dei responsi di questo enigmatico tesoro della remota antichità. Il […]
  • #IChing : 64 canzoni per 64 esagrammi
    “64 songs for 64 hexagrams”  è un progetto di Robert Harrison realizzato con i gruppi Cotton Mather, Future Clouds e Radar. Ad esempio, il brano del video, “Girl With A Blue Guitar” dei Cotton Mather è associata all’Esagramma ䷴ 53 Lo Sviluppo (Il Progresso Graduale) 漸 Jian dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti. Ecco il […]
  • Andare verso gli altri #IChing #Esagramma ䷌ 13 Intendersi con le Persone #Calvino #Confucio
    “Il Maestro dice: è buono abitare là dove regna l’umanità. Colui che sceglie di soggiornare dove essa difetta, manca di saggezza!” (Confucio) […] Per intendersi con gli altri non è necessario scomparire e cancellarci, basta affermare la nostra particolarità e la nostra unicità, così come accettare quelle degli altri. Si confronta la propria realtà con […] […]
  • #IChing Corso Intensivo Avanzato “Le parole dell’I-Ching”
    Corso avanzato intensivo teorico/pratico: “LE PAROLE DELL’I-CHING” Per approfondire la conoscenza del linguaggio ed il significato dei termini, dei modi di dire e delle frasi ricorrenti dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, immergendosi nell’universo simbolico delle sue espressioni, a volte enigmatiche, ma sempre suggestive ed evocative. Il corso è rivolto a […]
  • “Quando cominciare? Quando fermarsi?” #IChing #Esagramma ䷳ 52 L’Arresto (La Quiete, Il Monte)
          L’essere umano deve sempre affrontare due grandi problemi: il primo è sapere quando cominciare; il secondo è capire quando fermarsi. (Paulo Coelho)       I CHING – Esagramma ䷳ 52 L’Arresto (La Quiete, Il Monte) 艮 Gen Sentenza: Stabilità (significa stare fermi). Tieni composta la tua schiena (fino a) non percepire […]
  • “Unseen Worlds”, musica elettronica di Laurie Spiegel #IChing #Esagramma 16 Entusiasmo (Il Fervore)
    “Il titolo ‘Unseen Worlds’ (Mondi invisibili) mi è stato suggerito dall’Esagramma #16, “Entusiasmo”, che dice: “Toccava alla musica costruire un ponte con il mondo dell’invisibile” (Bollingen Edition, p. 72). Dopo non aver usato l’I Ching per alcuni anni, pensai che esso potesse aiutarmi a mettere insieme questa incisione, e così fece.” – Laurie Spiegel (Leg […]
  • #IChing #Esagramma ䷽ 62 La Preponderanza del Piccolo – Richard Wilhelm
    Richard Wilhelm I Ching, il Libro dei Mutamenti 62 ䷽ SIAU KO 小過 LA PREPONDERANZA DEL PICCOLO sopra Cenn, l’Eccitante, il Tuono ☳ sotto Kenn, l’Arresto, il Monte ☶ Mentre nel segno la Preponderanza del grande, N° 28, le linee forti sono in preponderanza, e precisamente all’interno, racchiuse tra le due linee all’inizio e alla […]
  • Corso Introduttivo di I-CHING alla Città della Luce (Trecastelli, AN)
    Una vacanza per lo spirito tra le splendide colline marchigiane alla scoperta dell’I Ching, l’antico Libro dei Mutamenti: CORSO INTRODUTTIVO INTENSIVO TEORICO/PRATICO DI I CHING È un corso adatto a tutti e si svolge in 3 giornate: il 17, 18 e 19 maggio 2019 (dalle 10 alle 17) NOVITÀ: il corso è accreditato per l’aggiornamento professionale […]
  • Vivere sospesi sull’abisso #IChing #Esagramma ䷜ 29 L’Abissale (L’Acqua) #Calvino
    Se volete credermi, bene. Sospesa sull’abisso, la vita degli abitanti d’Ottavia è meno incerta che in altre città. Eppure Ottavia, una delle città invisibili di Calvino, è costruita sul vuoto, sospesa su un precipizio in mezzo a due montagne scoscese, con sotto niente per centinaia di metri; e se non ci sono troppe nuvole, più […]
  • #IChing #Esagramma ䷼ 61 La Verità Interiore (Giusta Confidenza) – Cyrille Javary e Pierre Faure: Yi Jing, le Livre des Changements
    Cyrille Javary e Pierre Faure Yi Jing, le Livre des Changements Esagramma ䷼ 61 Giusta Confidenza 中孚 Zhong Fu Nove in posizione 2 Una gru si fa sentire dall’ombra 鳴鶴在陰 ming he zai yin Il suo grazioso principe le fa eco 其子和之 qi zi he zhi Io ho un bel boccale 我有好爵 wo you hao […]

RSS La Stampa Web – La Bussola d’Oro – rubrica di I Ching e Numerologia Orientale

RSS Centro Tao Network

  • Master “Shiatsu con i Disabili: il corpo e la mente”
    Il Centro Tao Network, nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu Professionali, è lieto di presentare: “SHIATSU CON I DISABILI: IL CORPO E LA MENTE”con Elvira De Nucci e Valter VicoMontegrotto Terme (PADOVA), 29 e 30 giugno 2019Orario: 10-13, 14-1820 Punti Ecos
  • Corso Avanzato “I Simboli dell’I-Ching”
    Corso avanzato teorico/pratico: “I SIMBOLI DELL’I-CHING” 4 maggio, 1 e 22 giugno 2019 Un corso necessario per approfondire la conoscenza del senso, del significato e dei segreti dei segni primordiali che costituiscono lo strato più arcaico dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, immergendosi nell’universo simbolico delle strutture e delle leggi che ne regolano […]
  • Corso Master “SHIATSU & RIFLESSOLOGIA DEL PIEDE”
    Il Centro Tao Network nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu presenta: SHIATSU & RIFLESSOLOGIA DEL PIEDE Torino, 11 e 12 maggio 2019 con Valter Vico 21 Punti Ecos La Riflessologia Plantare si integra molto bene con lo Shiatsu e trovo che il metodo e la mappa riflessa di Fitzgerald si dimostrino parti […]
  • Corso di I CHING a Torino
    CORSO INTRODUTTIVO TEORICO/PRATICO DI I CHING per imparare ed approfondire l’utilizzo personale dell’I Ching, l’antico Libro dei Mutamenti, come oracolo e guida di saggezza e per comprendere il significato ed il valore odierno del più misterioso fra i tesori della sapienza orientale. Il corso si svolge in 3 giornate: Il 20, 21 e 22 aprile […]
  • Corso MASTER+ECOS  SHIATSU, CHINESIOLOGIA & FIORI DI BACH
    Master Shiatsu, Chinesiologia e Fiori di Bach Torino, sabato 23 Marzo 2019 con Domenico Bassi e Gianpiero Brusasco 10 Punti Ecos Orario: 10-13, 14-18 (7 ore – 10 Punti Ecos) Sede: Scuola TAO Shiatsu – Corso Enrico Gamba 38 – Torino Costo: 80€ + marca da bollo da 2€ INFO ED ISCRIZIONI 347.4846390 – gbshiatsu@gmail.com Il corso è a numero chiuso. Per […] […]
  • Corso di “I-Ching dell’amore”
    Corso avanzato teorico/pratico: “L’I–CHING DELL’AMORE” Amicizia, affetto, sentimento, passione, amore, distacco, tradimento, separazione, odio, indifferenza, solitudine, … Relazioni mature, solide, regolari, irregolari, clandestine, fragili, strane, complicate, immature, impossibili, insostenibili, tossiche, … Come vede le relazioni umane l’I Ching, il Libro […]
  • Corso avanzato “LE PAROLE DELL’I-CHING”
    Corso avanzato teorico/pratico: “LE PAROLE DELL’I-CHING” Per approfondire la conoscenza del linguaggio ed il significato dei termini, dei modi di dire e delle frasi ricorrenti dell’I Ching, il Libro dei Mutamenti, immergendosi nell’universo simbolico delle sue espressioni, a volte enigmatiche, ma sempre suggestive ed evocative. Il corso è rivolto a coloro ch […]
  • Wataru Ohashi Sensei, qual è il senso della vita?
    Il 6 ottobre scorso a Druento (TO) durante il seminario di ‘Psicologia dei meridiani’ abbiamo avuto l’opportunita di intervistare Ohashi Sensei, un maestro di Shiatsu di rinomata esperienza. Nato nel 1944 vicino a Hiroshima, in Giappone, Ohashi ha potuto mantenere e rafforzare la propria salute grazie alle tecniche curative che sono il contenuto principale d […]
  • Master Shiatsu Moxa di Akabane
    Il Centro Tao Network nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu presenta: La Moxa e il test di Akabane Torino, sabato 10 novembre 2018 con Gianpiero Brusasco, 10,5 punti ECOS. La tecnica Akabane è un metodo moxa per la valutazione e il trattamento di squilibri del sistema nervoso autonomo.  La valutazione e […]
  • Corso Master “SHIATSU & POSTURA”
    Il Centro Tao Network nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu presenta: SHIATSU & POSTURA: “stai su con la schiena!” Torino, sabato 13 ottobre 2018 con Valter Vico 10,5 Punti Ecos Se il bacino e la colonna sono fuori quadro tutta la struttura psico/fisico/spirituale è sbilanciata e la persona non può […]
  • Eventi Shiatsu di Settembre al Centro Tao Network Sedi di Napoli e Caserta
    Seminario: “Lo shiatsu e la meditazione” Fare sperimentazione di meditazione “fuori” il trattamento shiatsu e portare i benefici “dentro” nella dialettica non verbale operatore-ricevente . L’evento sarà accompagnato da un Cerchio Sciamanico di meditazione attraverso un bagno vibrazionale sonoro con didgeridoo, strumento degli aborigeni australiani con Angiol […]
  • Master “Shiatsu con i Disabili”
    Il Centro Tao Network, nell’ambito del Corso Master + Ecos teorico/pratico di specializzazione per Operatori Shiatsu Professionali, è lieto di presentare: “SHIATSU CON I DISABILI: LA MENTE” con Elvira De Nucci e Valter Vico Dogliani (CN), 22 settembre 2018 Orario: 10-13, 14-18 10,5 Punti Ecos complessivi L’idea di questo seminario nasce dalla mia ormai quasi […]

Blog Stats

  • 544.498 hits
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: