La sezione attenuata del carcere di Rimini, sperimenta una modalità, per ex tossicodipendenti, che punta ad un miglior reinserimento. […]

Il progetto ha la finalità d’individuare e sostenere il percorso più idoneo al reinserimento sociale dei detenuti tossicodipendenti, coinvolgendo direttamente la persona e l’équipe di trattamento. Ogni percorso è individuale e mira a promuovere e valorizzare le capacità del recluso dal punto di vista fisico, psico-attitudinale, sociale e familiare. In questo percorso riveste un ruolo assai importante l’analisi delle motivazioni del singolo utente che consentirà di valutare al meglio e più realisticamente la possibilità di affrontare e realizzare un cambiamento concreto. […]

In misura prevalente rispetto alle finalità tecnico didattica (acquisizione di competenze), il progetto dello Shiatsu, portato avanti grazie al sostegno dell’Area Educativa, si pone l’obiettivo di riscoprire un più sano rapporto con il proprio corpo in modo da aumentare il rispetto per sé e gli altri. […]

I partecipanti […] hanno scoperto un diverso e più profondo modo di rapportarsi a se stessi e agli altri. E’ stata un’esperienza arricchente sia per gli studenti che per gli insegnanti”.

Sorgente: Andromeda: un carcere diverso • Newsrimini.it