本神 Ben Shen – L’origine dello Spirito

dal “Perno Spirituale” del “Canone Interno dell’Imperatore Giallo”

天之在我者德也
地之在我者氣也
德流氣薄而生者也
故生之來謂之精
兩精相搏謂之神
隨神往來者謂之魂
並精而出入者謂之魄
所以任物者謂之心
心有所憶謂之意
意之所存謂之志
因志而存變謂之思
因思而遠慕謂之慮
因慮而處物謂之智

La mia Forza [De] è il Cielo dentro di me.
La mia Energia [Qi] è la Terra dentro di me.
La Forza scorre, l’Energia circola, perciò esiste la Vita [Sheng].
La Vita proviene da quella che si chiama Essenza [Jing].
Quando due Essenze impattano l’una nell’altra si ha quello che è chiamato Spirito [Shen].
Ciò che segue lo Spirito quando va o viene è chiamato Anima Eterea [Hun].
Allo stesso modo, ciò che accompagna l’Essenza quando esce o entra è chiamato Anima Corporea [Po].
Il posto dove gli esseri possono trovare sostegno è chiamato Cuore [Xin].
Se il Cuore è a posto e riflette, questo è chiamato Proposito [Yi].
Se il Proposito è a posto e rimane stabile, questo è chiamato Volontà [Zhi].
Poiché la Volontà rimane stabile ma le cose cambiano ci sono quelli che sono chiamati Pensieri [Si].
Poiché i Pensieri vanno in lungo e in largo ci sono quelle che sono chiamate Preoccupazioni [Lu].
Poiché le Preoccupazioni risiedono in (tutti) gli esseri c’è quella che è chiamata Intelligenza [Zhi].

(Huang Di Nei Jing, Ling Shu 8)

(mia traduzione)

De – Virtù, Potere, Forza

De è un concetto fondamentale del pensiero filosofico e religioso taoista, più che di quello medico. Se ne tratta ampiamente nel Dao De Jing (Tao Te Ching) di Lao Zi (Lao Tse), padre fondatore del taoismo.

De viene solitamente tradotto con Virtù o Potere.

Nella cultura occidentale virtù indica di solito l’osservazione di una norma religiosa, l’adeguarsi a principi morali di comportamento.

Nel concetto taoista di virtù la norma a cui ci si conforma è la norma del Cielo: ciò non comporta tanto il seguire schemi e modelli etici proposti dall’esterno, ma un adeguamento consapevole alla legge naturale della vita, cogliendone e sfruttandone così appieno tutta la potenza.

De è potenza, la grande potenza creatrice del Cielo, potenza incommensurabile, Yang supremo.

De è potenza al di là dell’esistenza e, nel contempo, è presupposto al rendersi possibile dell’esistenza stessa.

“Il Cielo dentro di me è De” indica l’operare della potenza creatrice del Cielo attivata, che si incontra con la potenza della Terra: la potenza della Terra è Qi, potenza ricettiva e feconda, energia vitale. È l’incontro dei due ad essere fecondo, un incontro che è armonioso fluire, come indicato dai due termini “scorrere” per De e “diffondersi” per Qi.

Ecco come ha inizio la vita.

L’inizio della vita, a questo livello, resta però ancora indifferenziato, nel senso che esistono tutti i presupposti per il venire a esistere dei singoli esseri, ma questi non ci sono ancora.

Per questo si parla di unione di Cielo e Terra, per questo si dice che il Qi preesiste all’assunzione di forme specifiche.

L’energia della Terra genera il Qi, “forma senza forma”, e quindi base per la creazione di tutte le forme.

Sarà solo quando Cielo e Terra assumeranno i nomi di Yin e Yang, quando cioè si entra nel mondo del manifestarsi della vita con la sua dualità che “dall’incontro di Yin e Yang nasceranno i diecimila esseri”.

Jing – Essenza Vitale

La Vita proviene da quella che si chiama Essenza [Jing].

Dal senza forma siamo passati all’assunzione di una forma, all’esistenza individuale e quindi limitata.

Esistere come essere distinto dal resto dell’Universo grazie a una propria forma, sia fisica che energetica, ci porta inevitabilmente alla percezione di una separazione e di limiti specifici che condizionano e guidano la nostra vita.

Ciò che ci consente di vivere come individui è anche ciò che pone limiti alla nostra esistenza, limiti spaziali (nasciamo in un dato luogo, frequentiamo solo certi ambienti, abbiamo solo alcuni contatti con il resto del mondo) e temporali (nasciamo e poi moriamo, c’è un inizio e una fine).

Questa forza, questa potenza che ci consente di esistere come individui, e che l’esistenza stessa consuma, è il Jing.

Il comparire del Jing ha luogo con il concepimento.

Shen – Spirito

Quando due Essenze impattano l’una nell’altra si ha quello che è chiamato Spirito [Shen].

Questa frase esprime l’unione sessuale, che crea la vita. Ma rappresenta anche l’unione di due energie, maschile e femminile, e l’unione spirituale che consente l’incarnarsi di un’anima, lo sviluppo di una nuova individualità, che seguirà il percorso tracciato per la sua crescita personale e spirituale.

La guida in questo percorso è lo Shen.

Shen è un livello estremamente puro e sottile di vibrazione energetica; non è parte di un singolo uomo, ma rappresenta un patrimonio universale, è ciò che ci accomuna a tutti gli esseri viventi.

Lo Shen si radica poi, nel singolo individuo, nel Cuore e ne guida l’orientamento nel corso della sua vita, ovvero seguire la propria natura, portare a compimento il proprio destino, guidarci lungo la nostra strada individuale.

È la nostra profonda guida spirituale.

Qi – Energia Vitale

Come una delle Cinque Sostanze Fondamentali il Qi non è più inteso come forza primordiale della Terra, ma come manifestarsi specifico di questa forza all’interno del singolo individuo.

È quell’aspetto dell’energia che si sviluppa all’interno dell’individuo attraverso i processi di assimilazione delle energie esterne (Jing del Cielo Posteriore), elaborate grazie all’opera del Jing del Cielo Anteriore nelle strutture energetiche del corpo (Zang-Fu) e che viene poi diffuso a tutto l’organismo attraverso i Canali energetici.

È il Qi individuale.

Valter Vico
Lezioni, corsi e sedute di Shiatsu
333.26.90.739 (Whatsapp), valter.vico@gmail.com

NOTA: Ben Shen è anche il nome di un punto specifico del Meridiano della Vescicola Biliare, VB13, che si trova sulla fronte, all’attaccatura dei capelli, sulla verticale dell’angolo esterno dell’occhio.

#HuangDi #HuangDiNeiJing #LingShu 8 #MTC #MedicinaTradizionaleCinese #Shiatsu #FilosofiaOrientale #EnergiaVitale #DaoDeJing #TaoTeChing