ANPUKU

按腹

Anpuku 按腹: tecnica di pressione sul ventre che, essendo presente fra i metodi manuali riportati dal Nei Jing Su Wen, è stata particolarmente sviluppata in Giappone nello Shiatsu, e nella quale si procede simultaneamente alla diagnostica ed al trattamento.

Deriva da:

  • An [àn], letteralmente: “mantenere tranquillamente le mani” (cfr. Anatsu: tecnica di pressione stabile e continua e, perciò, profonda, fondamentale nello Shiatsu). Ideogramma composto di tre parti:
    • il carattere il sinistra ha una grafia derivata dal pittogramma che rappresenta la mano;
    • il carattere superiore della parte destra deriva dal pittogramma che rappresenta il tetto o una casa;
    • il carattere inferiore è l’ideogramma di “donna”;
    • l’insieme della parte destra ha dunque il significato di “situazione di una donna tranquillamente installata nella sua casa”, traducendo una situazione di tranquillità e stabilità.
    • Dunque, il significato d’insieme di An è “mantenere la mano stabile e tranquilla”.
  • Puku (o Fuku o Hara) [fù]: “ventre”. Ideogramma in cui:
    • la parte sinistra è un carattere derivato dal pittogramma che che simbolizza “un pezzo di carne” e, più in generale, della carne, carattere che è entrato nella composizione della maggior parte degli ideogrammi rappresentanti una parte del corpo;
    • la parte destra significa “coprire” o “avvolgere”;
    • il significato letterale di Puku è dunque: “carne che ricopre ed avvolge gli organi interni”.

(Shizuto Masunaga – Shiatsu et Medicine Orientale, pag. 419, 420, 428)

ampuku